Home Italia Dove andare al mare in Liguria: la Riviera di Levante

Dove andare al mare in Liguria: la Riviera di Levante

Valentina Regazzi
14 commenti
dove andare al mare in liguria

La Liguria è una regione che ha molto da offrire, sia per quanto riguarda il patrimonio culturale, sia per quanto riguarda la sua natura. Scopriamo insieme dove andare al mare in Liguria nella Riviera di Levante.

Dove andare al mare in Liguria: Camogli, un gioiello della Riviera di Levante

Elina e Marzia di Traveltherapists ci parlano di Camogli, in provincia di Genova.

Parliamo di Camogli, un piccolo comune italiano della provincia di Genova, una cartolina vivente e fervente dal punto di vista turistico. Tipico borghetto marinaro, Camogli è chiamata “città dei mille bianchi velieri”. Per quanto sia molto difficile trovare un parcheggio sulle sue ripide salite, è possibile raggiungere la cittadina anche attraverso i mezzi pubblici. Noi di Traveltherapists, ci siamo state la scorsa estate. La prima cosa che ci ha affascinato, è la varietà dei colori e l’allegria del borgo. Camogli è luogo d’arte, balconi, facciate colorate: l’arte ligure decorativa che richiama un vivace acquerello di colori.

Una visita a piedi alla scoperta dei colori e dei sapori: cose da fare a Camogli

Per scoprire la piccola cittadina, consigliamo la visita a piedi, lasciandosi trasportare dalla curiosità degli scorci e dei suggestivi carruggi. Recatevi al porticciolo, ci sono dei negozietti davvero deliziosi che ricordano quelli di Brighton e dei tipici luoghi di mare. Fate giusto un po’ di shopping e portate a casa un meraviglioso barattolo di pesto. Ci sono molte botteghe tipiche e ristoranti, vi consigliamo gli spaghetti ai frutti di mare, freschi e tipici. Camogli regala attimi di felicità ai suoi visitatori e, se siete tra i più curiosi, ci sono tante leggende medievali da approfondire.

San Fruttuoso – un’abbazia fatta di pietre, mare e natura

Poco distante da Camogli si trova San Fruttuoso, di cui ci parla Simona.

Se in Liguria non cercate solo posti di mare, ma anche qualche chicca culturale, allora non potete perdervi l’Abbazia di San Fruttuoso, che sorge in un’insenatura della costa tra Camogli e Portofino, in perfetto equilibrio tra il verde dei boschi e l’azzurro dell’acqua e del cielo.

L’Abbazia è nata nell’VIII secolo d.C. come luogo di culto per ospitare le reliquie di San Fruttuoso, il quale si dice abbia suggerito in sogno questo luogo; è stata poi ricostruita nel X secolo, diventando un’abbazia benedettina e nei secoli è stata persino casa di pescatori e pirati! La sua attuale composizione la si deve alla famiglia dei Doria Pamphilj, che ha poi scelto di donare il complesso al Fondo Ambiente Italiano-FAI, che ne ha ultimato i lavori di restauro nel 2017.

Il sito, unico nel suo genere, comprende oggi un chiostro, l’abbazia e la chiesa di San Fruttuoso. All’interno della cappella della chiesa, è anche presente una riproduzione della statua del Cristo degli abissi, sito in profondità nella baia antistante l’abbazia. È possibile, poi, ammirare il museo sulla storia dell’abbazia, la torre Doria (XVI sec), la fonte d’acqua dolce (una risorsa importantissima che ha fatto di San Fruttuoso un punto strategico della costa), le tombe della Famiglia Doria e un piccolo borgo.

La spiaggia di San Fruttuoso

Per finire, perché non sfruttare la spiaggia antistante l’Abbazia, farsi un tuffo nelle acque cristalline e godere ancor di più dell’atmosfera magica di questo luogo?! La magia di San Fruttuoso comincia in effetti già dal viaggio per arrivarci: l’Abbazia è raggiungibile a piedi, da terra, utilizzando i 2 sentieri panoramici tra i boschi del parco della città di Portofino (che merita anche lei certamente una visita), oppure in battello, dal mare (da Genova, Camogli, Portofino, Santa Margherita Ligure).

dove andare al mare in Liguria: San Fruttuoso
La spiaggia di San Fruttuoso

Le spiagge di Monterosso al Mare

Spostiamoci alle Cinque Terre con Stefano e Francesca di Traveltrouble, per scoprire Monterosso.

Se vi trovate in visita alle Cinque Terre non potete perdervi una tappa a Monterosso.

Le spiagge di questa colorata cittadina si estendono lungo un golfo naturale, e sono principalmente due: la prima viene nominata la Fegina, e si trova frontalmente alla stazione dei treni, la seconda è contigua alla Fegina.

In entrambi i casi il panorama che si aprirà davanti a voi è quello di un mare cristallino, abbracciato dai monti circostanti. Le spiagge sono fornite di ogni comfort, e tutto intorno troverete ogni tipo di bar, negozietto, e persino friggitorie dove potervi gustare un cono di frutti di mare fritti, dopo una giornata di mare.

Potete raggiungere Monterosso in auto, anche se vi imbatterete nel problema della ricerca di un parcheggio, oppure in treno.

Quest’ultima opzione è comodissima, le stazioni di partenza più vicine sono La Spezia o Levanto. Qui potrete decidere di prendere un biglietto singolo da una corsa per raggiungere Monterosso e rilassarvi in spiaggia, oppure optare per la Cinque Terre Card, che vi consente di muovervi in lungo e in largo tra Levanto e La Spezia, fermandovi quando volete per visitare una o tutti i meravigliosi Borghi delle Cinque Terre, considerati patrimonio dell’ Unesco.

al mare sulla riviera di levante: Monterosso al mare

Dove andare al mare in Liguria: Genova

Anna di Wannabepoeta ci parla del capoluogo della Liguria, Genova.

Andare in spiaggia a Genova? Si può fare! Non tutti sanno che anche il capoluogo della Liguria ha tanto da offrire in quanto a località balneare.

Si possono trovare spiagge libere anche non lontano dal centro, comode e ben servite. Si tratta prevalentemente di spiagge di sassi, ciottoli di media grandezza, e l’acqua è piuttosto pulita. Partendo dal porto e andando verso levante, sul lungo mare di Corso Italia si trovano molti lidi privati ma non solo. La spiaggia libera più suggestiva della città è sicuramente Boccadasse, nel quartiere di Albaro: una piccola baia in mezzo a casette antiche in cui si ritrova l’atmosfera delle canzoni di De André.

Muovendosi ancora un po’ più a Levante c’è la spiaggia di Sturla, sempre piena di vita e divertimento.

Nel quartiere di Quarto dei mille c’è Priaruggia, una spiaggetta pittoresca in cui anche i cani possono fare il bagno in libertà (qui potete leggere la poesia che le ho dedicato). A Nervi una passeggiata a picco sul mare ti porta a esplorare calette nascoste tra le rocce. Insomma, se volete visitare una città senza rinunciare al relax della vita da spiaggia, Genova fa sicuramente al caso vostro.

Avete scelto dove andare al mare in Liguria nella Riviera di Levante?

Articoli correlati

14 commenti

Marilù 14 Maggio, 2020 - 8:22 pm

Bravissima Vale, hai messo insieme un articolo molto interessante grazie alla collaborazione con vari blogger ❤️avete fatto proprio in ottimo lavoro e son sicura che mai come ora sia un validissimo aiuto per le vacanze estive, visto che probabilmente rimarremo in Italia

Reply
Valentina Regazzi 15 Maggio, 2020 - 2:29 pm

Grazie Marilù 🥰

Reply
Anna 15 Maggio, 2020 - 4:59 am

Conosco pochissimo la Liguria, sono stata solo alle 5 terre. Avevo letto già tempo fa del percorso pedonale per arrivare a San Fruttuoso e mi sembra davvero stupendo… ora che so che si può fare il bagno mi sembra ancora meglio.

Reply
Annalisa Trevaligie-Travelblog 15 Maggio, 2020 - 6:39 am

SIAMO SPESSO IN RIVIERA PERCHE’ ABBIAMO PARENTI A RAPALLO. DEVO DIRE PERO’ CHE, NONOSTANTE Si SIANO ESPLORATE PIU’ VOLTE LE ZONE CIRCOSTANTI, CAMOGLI E NERVI NON LE ABBIAMO MAI VISITATE. METTO IN LISTA PER LA PROSSIMA TAPPA IN LIGURIA.

Reply
Valentina Regazzi 15 Maggio, 2020 - 2:29 pm

Camogli è un gioiellino! Ci sono stata personalmente e te lo consiglio 🙂

Reply
ANTONELLA 15 Maggio, 2020 - 12:08 pm

Quando ho visto la foto della chiesa di Camogli mi si è aperto il cuore! Io adoro quel borgo per la sua murata di case e per quell’atmosfera particolare che si respira intorno al porto che di fatto è in mezzo alle case. Io ci sono andata a San Fruttuoso a piedi.. piuttosto impegnativo ma bellissimo. Riscopriamo a nostra Italia, la Liguria può essere un buon inizio!

Reply
Valentina Regazzi 15 Maggio, 2020 - 2:23 pm

Esatto, non vedo l’ora di poter organizzare un weekend in quelle zone 🙂

Reply
Eliana 15 Maggio, 2020 - 3:55 pm

Da Camogli consiglio anche il cammino verso Punta Chiappa, un luogo unico dove vedere i fossili e la baia del Levante! Ci si arriva anche con il battello da e per Porto Pidocchio. Una splendida esperienza, anche in inverno!

Reply
Valentina Regazzi 15 Maggio, 2020 - 4:28 pm

Grazie per il consiglio 🙂

Reply
Cla 16 Maggio, 2020 - 11:28 am

Bellissime tutte le spiagge liguri, ecco forse salterei Genova personalmente. Preferisco fare un giro che il mare in città.

Reply
Fabio 16 Maggio, 2020 - 5:05 pm

Ho lasciato il cuore a San Fruttoso… ci sono arrivato in barca, guidata da mr G, e abbiamo pranzato nei ristorantini sulla scogliera. Una meraviglia 😍

Reply
Valentina Regazzi 16 Maggio, 2020 - 7:05 pm

Immagino che bello😍

Reply
Samuele 20 Maggio, 2020 - 10:20 pm

Credo che la Liguria sarà la mia meta estiva! Sono già stato un paio di anni fa alle Cinque Terre (solo per visitarle) e me ne sono innamorato. Camogli però mi intriga molto.. Penso che mi “butterò” lì quest’estate (restrizioni permettendo)!

Reply
Valentina Regazzi 21 Maggio, 2020 - 3:40 pm

A Camogli sono stata anche io e mi è piaciuta molto!

Reply

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.