Home Italia Cosa vedere a Lovere, sul lago d’Iseo

Cosa vedere a Lovere, sul lago d’Iseo

Valentina Regazzi
4 commenti
Cosa vedere a Lovere, sul Lago d''Iseo

Lovere, sulla sponda bergamasca del lago d’Iseo, è una meta perfetta per una gita fuori porta in Lombardia. La posizione sul lago e il suo centro storico hanno fatto sì che Lovere fosse inserita, a partire dal 2003, tra i borghi più belli d’Italia. Scoprite insieme a noi cosa vedere a Lovere, sul lago d’Iseo.

Una passeggiata sul lungolago di Lovere

Lovere è una città perfetta da visitare in mezza giornata, abbinata a qualche altro borgo del lago d’Iseo. Il punto di partenza per un tour di Lovere non può che essere il suo lungolago, perfetto per una passeggiata rilassante.

cosa vedere a Lovere: lungolago
Il lungolago di Lovere

Cosa vedere a Lovere: Piazza XIII martiri

Affacciata sul lago, da cui la divide soltanto una strada, Piazza tredici martiri è sicuramente la piazza più scenografica di Lovere, con i suoi edifici color pastello. Al centro della piazza si trova il Monumento alla Libertà, una fontana dedicata ai tredici partigiani di Lovere morti durante la Seconda Guerra Mondiale.

Cosa vedere a Lovere: piazza tredici martiri
Il Monumento alla Libertà in Piazza XIII Martiri

Cosa vedere a Lovere: Piazza Vittoria Emanuele II

Dopo la passeggiata sul lungolago e un caffè in Piazza tredici martiri, ci addentriamo nelle viette del centro storico di Lovere, per raggiungere Piazza Vittorio Emanuele II. Questa piazza è stata per secoli il nucleo della vita civile e politica, sede del Palazzo comunale con la sua Torre Civica. Nella piazza si tenevano i Consigli comunali e sotto la sala consiliare, fino agli anni ’60 dell’800, si trovavano le carceri. Al centro della piazza è possibile ammirare la fontana monumentale, inaugurata nel 1881, progettata da Giuliano Volpi in collaborazione con gli scultori Giacomo Sozzi e Daniele Capitanio.

La Torre civica, alta 28 metri, è visitabile gratuitamente in alcuni periodi dell’anno, generalmente d’estate (per maggiori informazioni visitate il sito dell’ente del turismo). Attraverso le scale potete raggiungere la cella campanaria, per avere un bellissimo panorama su Lovere. Durante la risalita, potete scoprire, grazie a dei pannelli informativi, le “12 ore (ere) di Lovere”, ovvero i momenti salienti della vita della città.

cosa vedere a Lovere: Piazza Vittorio Emanuele II
Piazza Vittorio Emanuele II

La torre degli Alghisi

A pochi passi da Piazza Vittorio Emanuele II si trova la torre degli Alghisi, realizzata tra il XII e il XIII secolo. La torre ha pianta quadrangolare ed è costituita da grosse pietre calcaree.

La torre degli Alghisi
La torre degli Alghisi

Cosa vedere a Lovere: il Santuario delle Sante Capitanio e Gerosa

Percorrendo le viette del borgo, arriviamo al Santuario delle Sante Capitanio e Gerosa, una tappa imperdibile in un tour di Lovere. Già dall’esterno questa chiesa, con la facciata in granito rosa e le scale porticate decorate da mosaici, cattura lo sguardo. L’interno, con le sue vetrate colorate, è ancora più sorprendente. La visita di questa chiesa è gratuita e fortemente consigliata.

La Basilica di S. Maria in Valvendra

Al di fuori delle mura trecentesche del borgo, si trova la Basilica di Santa Maria in Valvendra, realizzata su commissione delle famiglie di Lovere e finanziata con i ricavi ottenuti dal commercio del famoso panno di Lovere. La costruzione iniziò nel 1473 e per far spazio alla chiesa fu deviato il corso del torrente da cui la basilica prese poi il nome.

Oggi la Basilica di Santa Maria in Valvendra, con le sue nove cappelle laterali, è l’edificio religioso più grande della diocesi di Brescia.

Cosa vedere a Lovere: la basilica di Santa Maria in Valvendra
La Basilica di Santa Maria in Valvendra

Cosa vedere a Lovere: l’Accademia Tadini

L’Accademia Tadini, realizzata in stile neoclassico, venne costruita all’inizio dell’Ottocento su commissione del conte Luigi Tadini, allo scopo di raccogliere e poter esporre al pubblico le sue opere d’arte. L’Accademia custodisce uno dei più antichi Musei dell’Ottocento lombardo, con opere di artisti del calibro di Canova. Il fulcro della collezione è costituito proprio da due sculture dell’artista veneto, la Religione e la Stele Tadini, ma meritano una menzione anche i dipinti di Jacopo Bellini e Francesco Hayez. Attualmente il biglietto intero costa 10 euro, ma vi consiglio di consultare il sito ufficiale dell’Accademia Tadini, anche per verificare giorni e orari di apertura.

Cosa vedere a Lovere: l'Accademia Tadini
L’Accademia Tadini

Come raggiungere Lovere e dove parcheggiare

Lovere si trova a circa 90 km da Milano e 42 km da Bergamo. Il mezzo più comodo per raggiungere il borgo è sicuramente l‘automobile, lasciando l’auto nei parcheggi a pagamento di via Tadini, proprio sul lungolago. In alternativa, è possibile raggiungere Bergamo in treno dalle principali città lombarde e, da lì, prendere l’autobus, che in circa un’ora e 30 vi porterà a Lovere.

Articoli correlati

4 commenti

Fabio Maggio 6, 2021 - 7:52 pm

Vedo che noi andiamo sempre di pari passo! 🙂 Ho appena pubblicato un articolo sui borghi del lago e c’è anche Lovere, ovviamente 🙂

Reply
Valentina Regazzi Maggio 7, 2021 - 12:41 pm

Si vede che abbiamo viaggiato solo in Lombardia ultimamente 😂

Reply
Federica Maggio 10, 2021 - 7:36 am

Lovere sembra un posticino incantevole. Amando le opere del Canova il posto che mi incuriosisce di più è sicuramente l’accademia Tadini!

Reply
Federica Assirelli Maggio 9, 2021 - 8:30 pm

Sai che non sono mai stata sul Lago d’Iseo? Questo borgo sembra davvero carino. Un ottimo spunto per un weekend in una zona che non conosco quasi per niente. La lista dei posti da vedere si allunga sempre di più!

Reply

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.