Home Italia Cosa vedere in Maremma: itinerario on the road

Cosa vedere in Maremma: itinerario on the road

Valentina Regazzi
11 commenti
cosa vedere in Maremma

Per il nostro primo viaggio del 2021 abbiamo scelto la Toscana e precisamente la zona della Maremma. Scoprite insieme a noi cosa vedere in Maremma, una delle zone più affascinanti della Toscana, con il nostro itinerario on the road.

Come arrivare in Maremma

La Maremma si trova nella parte più a sud della Toscana, al confine con il Lazio. Il mezzo più comodo per raggiungere la Maremma è, sicuramente, l’auto, che vi permetterà di girare in autonomia alla scoperta dei borghi di questa regione straordinaria. In alternativa, se volete raggiungere la Maremma in treno, la stazione di Grosseto è ben collegata a sud con Roma e a nord con Firenze, Genova, Torino (e, con cambio a Firenze, anche con Milano). Gli aeroporti più vicini sono il Galileo Galilei di Pisa e Fiumicino a Roma. Raggiunta la Toscana, il consiglio che vi do è comunque quello di noleggiare un’automobile.

Quanti giorni servono per visitare la Maremma

Se si tratta del vostro primo viaggio in Maremma, vi consiglio di considerare almeno 3 giorni pieni per visitare le principali attrazioni della zona, ancora meglio 4. Se, però, volete anche trascorrere qualche giornata al mare, l’ideale sarebbe trascorrere una settimana in Maremma, per alternare la visita dei borghi al relax in spiaggia.

Cosa vedere in Maremma: Grosseto

Il nostro viaggio in Maremma on the road non poteva che iniziare da Grosseto, il “capoluogo” della Maremma. Il cuore della città è, senza alcun dubbio, Piazza Dante Alighieri, nella quale spicca il Palazzo Aldobrandeschi, conosciuto anche come Palazzo della Provincia. Al centro della piazza si trova la statua di Leopoldo II detto il Canapone, famoso ed amato dai grossetani per aver contribuito alla bonifica della Maremma dalle zanzare e, di conseguenza, dalla piaga della malaria. Sempre nella piazza, merita una visita anche la Cattedrale di San Lorenzo, realizzata in stile gotico tra il 1294 e il 1302.

Dopo aver fatto un giro per il centro storico di Grosseto, se è ora di pranzo o cena potreste fermarvi alla Vineria da Romolo. Oltre ad un’ampia scelta di vini, la Vineria da Romolo propone i piatti toscani della tradizione. Noi vi consigliamo di provare qualcuna delle loro bruschette (quella salsiccia e stracchino è spettacolare!) e la loro pasta fresca.

Piazza Dante Alighieri a Grosseto
Piazza Dante Alighieri a Grosseto

Cosa vedere in Maremma: il borgo di Montemerano

Parlando di cosa vedere in Maremma, non si può non citare il borgo di Montemerano, inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia. Prima di addentrarci per le assolate stradine del borgo, ci siamo fermati nel Bar Il Glicine, appena fuori dalle mura, per una colazione rapida e all’ombra. Abbiamo iniziato, poi, la visita di Montemerano, sorprendendoci ad ogni angolo. Il borgo, infatti, è pieno di scorci instagrammabili, primo tra tutti la bellissima Piazza del Castello.

Il borgo di Montemerano in Maremma
Piazza del Castello nel borgo di Montemerano

Capalbio, uno dei borghi più belli d’Italia

Nella parte sud della Maremma, al confine con il Lazio, si trova il borgo medievale di Capalbio, con il suo castello del XII secolo, visibile già in lontananza. Capalbio è una meta irrinunciabile nel vostro itinerario on the road in Maremma. Passeggiando per il borgo, con le sue casette in pietra e i fiori colorati, vi sembrerà di essere catapultati in un’altra epoca. L’esperienza più interessante che si può vivere a Capalbio è sicuramente la passeggiata sulla sua cinta muraria, ammirando il panorama circostante.

Cosa vedere in Maremma: il borgo di Capalbio
Cosa vedere in Maremma: il borgo di Capalbio

Cosa vedere in Maremma: il Giardino dei Tarocchi

Nel vostro itinerario della Maremma, non può mancare una visita al Giardino dei Tarocchi, un museo a cielo aperto creato dall’artista Niki de Saint Phalle, ispirandosi alle opere di Gaudì in Spagna. Questo originale e coloratissimo giardino raccoglie le sculture realizzate dall’artista, che rappresentano i 22 arcani maggiori dei tarocchi. Il Giardino dei Tarocchi è aperto tutti i giorni dall’1 aprile al 15 ottobre, dalle 14,30 alle 19,30, con acquisto obbligatorio dei biglietti online. Il biglietto intero costa 14 euro. Il Giardino dei Tarocchi è visitabile anche con i vostri amici a quattro zampe.

Cosa vedere in Maremma: il Giardino dei Tarocchi
Il Giardino dei Tarocchi

Monte Argentario

Monte Argentario, una delle attrazioni più suggestive della Maremma, in origine era un’isola, fino a quando, nel XVIII secolo, le acque poco profonde hanno iniziato ad insabbiarsi. Così facendo, si sono create due lingue di terra che collegano Monte Argentario ad Orbetello. Le due principali attrazioni dell’Argentario sono Porto Santo Stefano e Porto Ercole.

Porto Santo Stefano

Se state valutando cosa vedere in Maremma, non potete non inserire nel vostro itinerario Porto Santo Stefano, una piccola cittadina portuale. Le barche e le navi, insieme alle case colorate, sono le protagoniste del panorama di Porto Santo Stefano. Se vi trovate a Porto Santo Stefano, vi consiglio di non perdervi la visita alla Fortezza Spagnola, costruita tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo, che domina dall’alto la cittadina, regalandovi una vista meravigliosa. Dopo una passeggiata sul suo bellissimo lungomare, potete decidere di visitare il piccolo Acquario Mediterraneo dell’Argentario, o di fermarvi per una pausa in uno dei tanti bar o ristoranti affacciati sul mare.

Cosa vedere in Maremma: Porto Santo Stefano
Porto Santo Stefano

Porto Ercole

Porto Ercole è un piccolo borgo marinaro situato nell’Argentario, con un lungomare più breve di quello di Porto Santo Stefano, ma non per questo meno suggestivo. L’attrazione principale del borgo, tuttavia, non si trova sul mare. Si tratta della Rocca Aldobrandesca, anche conosciuta come Rocca Spagnola, che domina la città dall’alto. Attualmente la Rocca è chiusa e non visitabile, ma sul sito web del comune di Porto Ercole può essere tenuta monitorata l’eventuale riapertura. Se vi trovate a Porto Ercole per pranzo o cena, vi consigliamo il Ristorante La Sirena, che propone ottimi piatti di pesce.

Cosa vedere in Maremma: Porto Ercole
Porto Ercole con vista sulla Rocca Spagnola

Le Terme di Saturnia

Cercando cosa vedere in Maremma, ci siamo imbattuti in Saturnia, famosa per le sue sorgenti termali. Secondo la leggenda, le acque termali, che hanno una temperatura di 37°, sono il risultato di un fulmine lanciato da Saturno per placare i conflitti dell’umanità. A Saturnia è possibile visitare gratuitamente le Cascate del mulino, le terme libere, accessibili tutti i giorni dell’anno a qualsiasi orario e fare il bagno nelle loro acque sulfuree. Poco distante si trovano un ampio parcheggio gratuito, aperto dalle 7,00 alle 22,00, e un bar. Le terme libere di Saturnia sono molto affollate nei weekend e, nei periodi di alta stagione, anche in settimana. Vi consiglio, pertanto, di visitarle di mattina presto e possibilmente in periodi dell’anno meno gettonati.

Se, invece, cercate un’esperienza più rilassante ed esclusiva, poco distante si trovano le Terme di Saturnia, un resort con un parco termale accessibile non solo agli ospiti dell’hotel ma anche ai visitatori esterni, al costo di 29 euro al giorno nei festivi.

Le terme libere di Saturnia
Cascate del mulino – le terme libere di Saturnia

Cosa vedere in Maremma: Pitigliano

Pitigliano è un’altra tappa imperdibile nel vostro viaggio in Maremma. Anche Pitigliano, come Capalbio e Montemerano, fa parte del circuito dei “Borghi più belli d’Italia“, grazie al suo centro storico e al suo patrimonio storico e culturale. La particolarità del borgo di Pitigliano è quella di essere stata costruita nel tufo (facendole guadagnare l’appellativo di “città del tufo” insieme a Sorano e Sovana), una roccia di origine vulcanica, creando una struttura a strapiombo sul fiume Lente che, vista da lontano, è certamente molto suggestiva. A Pitigliano potete perdervi tra le sue stradine medievali, attraversare il ghetto ebraico e visitare il magnifico Museo di Palazzo Orsini.

Cosa vedere in Maremma: Pitigliano
Pitigliano, il borgo del tufo

Orbetello

Orbetello è la località ideale in cui alloggiare per visitare la Maremma, in quanto è equidistante da tutte le principali località e vicina all’Argentario. Se alloggiate in altre zone della Maremma, Orbetello non è una meta imperdibile (se non per le sue spiagge), ma può essere carino inserirla nel vostro itinerario per una passeggiata serale al tramonto sul lungomare fino al Mulino Spagnolo, costruito dai Senesi nel XV secolo, e lungo il Ponte della Diga, che collega Orbetello a Monte Argentario.

Cosa vedere in Maremma: Orbetello
Il Mulino spagnolo di Orbetello

Le spiagge più belle della Maremma

Non si può visitare la Maremma senza passare una giornata al mare in una delle sue tante spiagge. Ecco una lista delle spiagge più belle della Maremma:

  • Spiaggia Feniglia ad Orbetello;
  • Cala Violina a Scarlino;
  • Cala Civette a Scarlino;
  • Principina a Mare;
  • Spiaggia delle Marze a Marina di Grosseto;
  • Castiglione della Pescaia;
  • Capalbio;
  • Ansedonia
La spiaggia di Orbetello
La spiaggia di Orbetello

Vi è piaciuto l’articolo? Potete leggere anche:

Articoli correlati

11 commenti

Fabio Luglio 8, 2021 - 7:53 am

Bene! Quindi in 3-4 giorni si riescono a visitare tutte queste cose in maremma? Grazie per i consigli

Reply
Valentina Regazzi Luglio 8, 2021 - 11:39 am

In 4 giorni pieni sì, in 3 bisogna fare delle scelte 🙂

Reply
anna Luglio 9, 2021 - 10:10 am

Sono stata solo ad Orbetello (e brevemente a porto Santo Stefano) tra i posti che indicate. Un itinerario davvero da salvare perché la zona merita davvero. Vorrei andare soprattutto a Saturnia e al Giardino dei Tarocchi.

Reply
Valentina Regazzi Luglio 11, 2021 - 5:47 am

Se ti capita di andarci non ne resterai sicuramente delusa!

Reply
Daniele & Marilena Luglio 9, 2021 - 4:12 pm

Siamo sempre più convinti che gli on the road siano il modo migliore per scoprire al meglio una zona più o meno ampia!
Questo itinerario alla scoperta della Maremma è davvero molto molto interessante!
In un weekend lungo si possono davvero scoprire moltissime cose da vedere!

Reply
Valentina Regazzi Luglio 11, 2021 - 5:47 am

Anche noi siamo amanti degli on the road ☺️

Reply
Alessandra Luglio 16, 2021 - 8:51 am

Siamo stati in Maremma alcuni fa in occasione di un nostro anniversario: è una bellissima zona dove c’è molto da visitare e dove la natura è ancora selvaggia. Noi abbiamo soggiornato in un agriturismo a pochi km da Capalbio e poi ci siamo spostati in auto per visitare. Sai che ci siamo persi Grosseto? Però, in compenso, abbiamo fatto una gita in barca verso l’Isola del Giglio. Ci tornerei volentieri in quelle zone.

Reply
Valentina Regazzi Luglio 20, 2021 - 2:00 pm

Io non sono mai stata sull’Isola del Giglio invece! La prossima volta devo andarci assolutamente 🙂

Reply
Amber Luglio 17, 2021 - 9:25 am

Conosco molto bene la Maremma ed mi è sempre piaciuto un sacco! Si mangia benissimo, ha delle bellissime spiagge e le cittadine sono adorabili! Ho visto quasi tutto di quello che hai citato, mi manca però la vera perla, ovvero Capalbio! Spero di recuperare presto!

Reply
Valentina Regazzi Luglio 20, 2021 - 1:57 pm

Se ricapiti in zona devi assolutamente visitare anche Capalbio 🙂

Reply
Federica Assirelli Luglio 18, 2021 - 7:39 pm

Davvero un itinerario bellissimo! L’Argentario l’ho visitato tutto ben 25 anni fa e ne ho un ricordo splendido. Forse non sarà più così selvaggio come allora ma sono certa che il mare ed il paesaggio costiero è rimasto lo stesso! A Saturnia sono stata qualche anno fa, mentre Pitigliano e Montemerano li ho visitati proprio l’anno scorso. Devo dire che sono entrambi borghi splendidi e suggestivi!

Reply

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.